La Costiera amalfitana tra consumo e tutela

188

Written by:

  • Version
  • Scarica 36
  • Dimensioni file 8.53 MB
  • File Count 1
  • Data di Pubblicazione 23 Febbraio 2020
  • Ultimo aggiornamento 18 Luglio 2020

La Costiera amalfitana tra consumo e tutela

Amaifì, Positano, Ravello: immagini che l'onda lunga della memoria ci restituisce ancora intatte, nell'incanto di un itinerario d'eccezione sospeso tra arte, natura e storia.

La Costiera Amalfitana tra consumo e tutela

Carmine Conforti - WWF Costiera Amalfitana - 1991

Nel ricordo di tanti viaggiatori si compongono, come in un fantastico montaggio, squarci di mare azzurro, campanili arabo-normanni, forre incassate e bianche casette arroccate sulle rupi, tra i messaggi profumati del sole mediterraneo. Sono i ricordi che una tradizione entusiasta ancora ci consegna e che hanno diffuso in tutto il mondo il mito di una delle più belle riviere d'Italia: la Costiera amaifìtana.

Eppure chi oggi, al seguito delle migliaia di turisti che affollano d'estate le spiagge, venisse a ricercare la straordinaria coerenza di un paesaggio illustrato in tante pagine di letterati famosi o nelle tele luminose di non meno celebri artisti, stenterebbe a ritrovare nella realtà dei nostri giorni i tratti suggestivi del mito e tutt'al più ne potrebbe ammirare, con accorata tristezza, gli sparsi frammen­ti. (dalla premessa di Gianni Lubrano di Ricco, allora Delegato WWF per la Campania)

 

Last modified: 18 Luglio 2020

Comments are closed.

Follow by Email
Instagram