IL FUTURO È SOSTENIBILITÀ.

364

Written by:

Condividi

Il nostro Comitato ha realizzato un reportage video che mette in luce le criticità del sistema di depurazione consortile di Maiori, analizzando l’impatto ambientale dell’attuale progetto e proponendo una valida alternativa ecosostenibile.

Il video prova a riassumere in circa 30 minuti i punti salienti di un accurato lavoro di indagine e documentazione che il Comitato ha condotto in questi anni, con l’aiuto determinante di alcuni ex amministratori di Maiori che hanno contributo in modo determinante a costruire la base tecnica e documentale necessaria per la battaglia ancora in corso e non ancora persa.

L’analisi del reportage si concentra principalmente sull’insostenibilità urbanistica e ambientale del progetto, il quale, tra l’altro, impiega tecnologie non in armonia con l’ecosistema fragile della Costiera Amalfitana.

Il video evidenzia come l’innovazione e l’adozione di tecnologie avanzate, come sistemi di filtraggio di ultima generazione e trattamenti biologici, possano migliorare i processi di depurazione riducendo l’impatto ambientale.

La soluzione alternativa proposta non solo svolge un ruolo essenziale nella protezione della biodiversità marina, ma contribuisce anche in modo significativo alla salute e al benessere della comunità locale, garantendo un costante monitoraggio delle acque reflue e mantenendo il mare pulito e sicuro per tutti.

Il reportage, accessibile su YouTube, cerca di evidenziale l’importanza di unire tecnologia e responsabilità ambientale nel trovare soluzioni efficaci ai problemi ecologici di oggi, sottolineando la necessità di anteporre il bene comune agli interessi particolari.

In conclusione è un invito a non accettare a priori, passivamente, la costruzione di una “cattedrale di liquami” inutile e potenzialmente maleodorante, che tra l’altro comporterebbe un traffico costante di fanghi da smaltire; una ulteriore esortazione a firmare e sostenere la petizione in atto, rivolta agli enti incaricati di emettere i pareri decisivi sul progetto.

Per firmare la petizione: https://chng.it/rVQcL4qRkh

Loading

Last modified: 21 Aprile 2024

Comments are closed.

Follow by Email
Share
WhatsApp